Crema contro Lentiggini, Macchie e Rossori 50 ml

Crema contro Lentiggini, Macchie e Rossori 50 ml

Prezzo di listino
€15,00
Prezzo scontato
€15,00
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse.

Svolge azione schiarente progressiva sia su macchie da sole che di altra origine non patologica.

Contiene acido kojico, acido azelaico 15%, estratti di achillea, hamamelis, Vitamina C. L’acido azelaico è prodotto in natura dal lievito Pityrosporum ovalis, responsabile nell’uomo della pityriasis versicolor, una patologia cutanea caratterizzata dalla comparsa di chiazze bianche dovuta all’azione depigmentante dell’acido azelaico. Il meccanismo d’azione si basa sull’inibizione competitiva dell’attività della tirosinasi. L’acido azelaico manifesta la sua migliore azione depigmentante sulle cheratosi solari e senili pigmentate, ma anche nella terapia del melasma; non manifesta azione schiarente su pelle normale, lentiggine senile o nevi in generale. L’acido azelaico non è fotosensibilizzante e ha una buona tollerabilità. L’acido ascorbico e i suoi derivati non inibiscono direttamente la tirosinasi, bensì agiscono come riducenti sugli intermedi della melanina, bloccando a vari livelli le reazioni ossidative della melanogenesi. Possiede tre importanti proprietà: ha un effetto inibente la melanogenesi, bloccando la catena di reazioni di ossidazione da tirosina a melanina, promuove la sintesi di collagene e infine ha attività aliti-radicali liberi. L’acido kojico viene prodotto attraverso processi biotecnologici dal fungo Aspergillus Oryzae per fermentazione dall’olio d’oliva, funziona essenzialmente come inibitore della Tirosinasi, l’enzima responsabile della formazione della melanina. Le macchie della pelle sono causate da un irregolare accumulo di melanina; dopo un parto o a causa di un’esposizione troppo intensa al sole può accadere che i melanociti non siano più in grado di sospendere la produzione di melanina. Quest’ultima si forma dall’aminoacido tirosina, per azione di una catena enzimatica basata sulla presenza di ioni rame, che trasformano la luce in energia. Ed è a questo punto che entra in gioco l’acido kojico, sostanza in grado di catturare gli ioni rame e quindi interrompere la catena enzimatica e la conseguente produzione di melanina. A livello sottocutaneo agisce sui fibroplasti, responsabili della produzione di elastina e collagene, determinando un aumento della tonicità e dell’elasticità della pelle ed ha, inoltre, un ottimo potere idratante.